Polpettine di pesce con marmellata di limone Interdonato

Ingredienti per le polpettine:

  • Filetti di pesce (sgombro, palamito, cernia…) 200 g
  • Mollica di pane raffermo 100 g
  • Formaggio stagionato ragusano grattugiato 50 g
  • Uovo 1
  • La scorza grattugiata di un limone Interdonato non trattato
  • Prezzemolo fresco q.b.
  • Menta secca q.b.
  • Sale e pepe nero q.b.

Per la glassatura e per accompagnare:

  • Un vasetto di marmellata di Limoni Interdonato da 230 g
  • Olio extravergine di oliva

Leggi tutto “Polpettine di pesce con marmellata di limone Interdonato”

Crostata al limone Interdonato e pistacchi di Bronte

 

Ingredienti per la pasta frolla:

  • Farina tipo 00 300 g
  • Zucchero semolato 150 g
  • Burro 150 g (ammorbidito a temperatura ambiente)
  • Tuorli d’uovo 3
  • Sale un pizzico
  • La scorza grattugiata di un limone Interdonato non trattato

Ingredienti per la crema:

  • Zucchero 300g
  • Burro 100 g
  • Limoni Interdonato non trattati 2
  • Uova 3

Per decorare:

  • Granella di pistacchio di Bronte q.b.
  • Limone Interdonato non trattato 1

 

Lavorare rapidamente tutti gli ingredienti per la pasta frolla, a mano o nel robot da cucina, formare una palla e far riposare in frigorifero per circa un’ora.

Leggi tutto “Crostata al limone Interdonato e pistacchi di Bronte”

Antonella Briguglio di Nizza eletta rappresentante delle Donne Imprenditrici della Coldiretti di Messina

Ci spiace, ma questo articolo è disponibile soltanto in Inglese Americano. Per ragioni di convenienza del visitatore, il contenuto è mostrato sotto nella lingua alternativa. Puoi cliccare sul link per cambiare la lingua attiva.

NIZZA – Antonella Briguglio, giovane imprenditrice di Nizza, è stata eletta  responsabile “Donne Impresa” della Coldiretti di Messina. Briguglio che ha 43 anni è architetto ma la passione per l’agricoltura l’ha portata a scegliere il lavoro in campagna dove da sei generazioni la sua famiglia produce agrumi e in particolare modo il limone Interdonato.

Si tratta di una cultivar prodotta esclusivamente nei comuni della riviera Jonica che vanno da Messina a Giardini Naxos, un limone pregiato che ha innumerevoli qualità organolettiche. Accanto a questo prodotto la neo responsabile produce i limoni “munacheddi”, arance vaniglia, arance tarocco, arance rosse, clementine, cedri, un ventaglio agrumicolo di grande pregio sempre più ricercato.

“E’ determinante chiudere la filiera – afferma – non basta produrre ma occorre anche trasformare e proprio questo è un comparto in cui ci sono ampie possibilità di sviluppo e dobbiamo far diventare queste colture ancora di più volano di sviluppo”.

A lei ed ad un gruppo di donne che hanno scoperto l’agrumicoltura e portano avanti una azienda agricola, il Giornale di Sicilia dedica oggi una intera pagina (la 23 di Cronache dalle Città) centrando il titolo proprio su Antonella: “Messina, donna-architetto scopre agrumicoltura”.

“La mia famiglia – dice – produce e commercializza agrumi da ben sei generazioni. L’azienda familiare si è estesa negli anni e ad oggi spazia tra 4,8 ettari di terreno nell’area che si estenda nella zona di Alì Terme e Fiumedinisi (Me). Inoltre possediamo e gestiamo fondi (circa 1,6 ettari) ubicati ad Alì Terme e a Castiglione di Sicilia (Ct), in un paesaggio unico a metà strada tra il mare, l’Etna e il fiume Alcantara. La nostra produzione rispetta la naturale stagionalità dei frutti. Per questo le quantità sono limitate”. Non solo agrumi ma anche biscotti e marmellate. L’azienda si chiama “Fragruminda” ed è attrezzata per le vendite on line.

http://www.gazzettajonica.it/news/2016/12/18/antonella-briguglio-di-nizza-eletta-rappresentante-delle-donne-imprenditrici-della-coldiretti-di-messina/22740/